Il Consiglio dei ministri non congela la legge 99 sul Made in Italy

11 09 2009

Il dilemma non sembra di facile soluzione: è chiaro che una definizione univoca del significato “Made in Italy” è necessaria.

Una strada percorribile potrebbe essere quella di realizzare una gradazione dell’applicabilità, rendendo l’etichetta “made in Italy” un contenitore: quindi “made in Italy” (al 100% della catena produttiva escludendo la provenienza della materia prima (naturalmente dove non sia caratterizzante essere di provenienza italiana), “designed in Italy”, “assembled in Italy”, “embedded in Italy” e così via.

Personalmente sono più drastico, dovendo difendere il concetto del “Made in Italy” ogni lavorazione del prodotto, anche la più piccola deve far decadere il diritto di dire che il prodotto è “Made in Italy”.

La chiarezza e semplicità delle definizioni paga sempre nei confronti del cliente finale.

Cosa ne pensate? Come si stanno comportando le vostre aziende?

Fabio

La legge 99 (che punisce l’apposizione dell’etichetta made in Italy su merce prodotta in tutto o in parte all’estero), introdotta lo scorso Ferragosto, per il momento resta in vigore.

Non è passato in Consiglio dei ministri di ieri il capitolo sul congelamento temporaneo della norma fino alla pronuncia definitiva degli organismi europei.

Si cerca ancora una mediazione politica tra le diverse forze in campo su questo delicato tema, che vede divisi settori dell’industria e dell’artigianato in Italia.

Alla base ci sono infatti interessi divergenti tra imprenditori a monte e a valle della filiera: per i primi appare, infatti, di primaria importanza valorizzare l’aspetto della tracciabilità dei prodotti, per i secondi, che in molti casi delocalizzano fasi della produzione, logicamente non è lo stesso.

La lotta è in corso, aggravata dalla crisi che ha investito settori importantissimi dell’economia italiana, come il tessile-abbigliamento, per il quale la battaglia su Made in Italy appare di stringente attualità.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: